Rinnovamento a tinte “rosa” per i vertici provinciali delle associazioni di persone della Confederazione Italiana Agricoltori di Torino. Martedì 18 febbraio, presso la sede provinciale di Via Onorato Vigliani, si sono infatti tenute le assemblee per il rinnovo degli incarichi di Agia Cia e Donne in Campo.

Alla guida dell’Agia, l’associazione che riunisce i giovani imprenditori agricoli iscritti alla Cia, è stata eletta Raffaella Mellano, imprenditrice agricola di Rivarolo Canavese che gestisce, assieme alla famiglia, l’azienda zootecnica di vacche da latte Mellano SS, associata al Consorzio latte biologico alta qualità. Raffaella Mellano è molto attiva anche sul fronte dell’agricoltura biodinamica come presidente della cooperativa Natura Alimenta e responsabile regionale dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica.

Paola Adriano è invece la nuova presidente provinciale di Donne in Campo, dopo aver ricoperto in questi anni la carica di vicepresidente provinciale. Imprenditrice agricola di Cambiano, Paola Adriano gestisce insieme al marito l’azienda floricola Scalero Michelangelo e Domenico SS, specializzata nella coltura intensiva di rose.

Le assemblee sono state introdotte dal presidente provinciale della Cia di Torino Roberto Barbero che ha espresso l’augurio di veder crescere nell’Agia Cia i dirigenti della Confederazione di domani e ricordato che tutta l’associazione è pronta a supportare le iniziative di Agia e Donne in Campo, le cui presidenti entrano da oggi a far parte a pieno titolo dell’esecutivo provinciale della Cia di Torino.
A coordinare i lavori sono stati i presidenti regionali di Agia Cia, Gabriele Carenini, e Donne in Campo, Lucia Dentis, mentre il presidente regionale della Cia Lodovico Actis Perinetto ha svolto le conclusioni, auspicando che il nuovo PSR attualmente in preparazione possa contenere misure concrete a sostegno dei giovani agricoltori.

Per Gabriele Carenini, che si appresta a lasciare la vicepresidenza nazionale e la presidenza regionale dell’Agia Cia per dedicarsi integralmente al nuovo incarico di vicepresidente regionale della Cia Piemonte, «una giovanile deve sapere offrire spunti importanti al proprio movimento di riferimento per dare un contributo alla crescita delle proprie aziende agricole. L’esperienza vissuta all’interno di Agia mi ha fatto diventare un imprenditore più consapevole e più dinamico proprio grazie al confronto con le tante persone insieme alle quali ho condiviso questo percorso”.

«Donne in Campo – ha ricordato, tracciando un bilancio delle attività svolte, la presidente regionale e provinciale uscente Lucia Dentis – si è distinta in questi anni per esperienze importanti che hanno aiutato a far maturare l’organizzazione, partecipando ad esempio da protagonista al Salone del Gusto e alle molte iniziative promosse dalla Commissione regionale Pari Opportunità e guadagnandosi così sul campo stima e attenzione generale».

Ora il compito di rinnovare il gruppo di lavoro delle due associazioni, aprendo le porte a chiunque abbia voglia di dare un contributo, passa alle nuove presidenti. Un impegno che Raffaella Mellano ha raccolto entusiasticamente promettendo: «ci metterò passione, energia e costanza perché questo è il mio modo di lavorare in tutto quello che faccio». Anche Paola Adriano, nel proprio intervento di presentazione, ha espresso la volontà di mettersi subito al lavoro, sottolineando l’importanza del contributo che può arrivare da Donne in Campo: «essere donna e imprenditrice agricola è una condizione particolarmente difficile perché da sempre, dobbiamo conciliare il lavoro in azienda con la cura della famiglia e di tempo da dedicare all’associazionismo e alla rappresentanza sindacale ne rimane poco. Tuttavia un approccio di genere all’agricoltura costituisce un’opportunità di arricchimento per l’intero mondo agricolo e Donne in Campo può rappresentare lo strumento per mettere questa opportunità al servizio della nostra organizzazione».