Il Patronato Inac (Istituto nazionale assistenza cittadini) della Cia di Torino è il primo in Piemonte e il quinto in Italia, preceduto solo da Lucca, Chieti, Padova e Venezia.

Il risultato è stato sancito dal rilevamento del punteggio telematico (10.314,35) al 31 dicembre 2018. E’ la prima volta che l’Inac torinese supera la prestigiosa quota dei diecimila punti. Otto anni fa, quando l’attuale direttrice Monica Falco subentrò a Mario Bosio, si veleggiava intorno ai 4.500 punti, dopo che, ancora otto anni prima, si era partiti da una base di appena 800 punti.

«Il traguardo dei diecimila punti – osserva Monica Falco - era il chiodo fisso dell’ex-direttore di Cia Torino, Francesco Amatuzzo, che ha molto sostenuto questo servizio, insieme al presidente Roberto Barbero. Siamo soddisfatti del risultato, che premia il lavoro si tutti, incoraggiandoci a procedere sempre meglio».

Nell’incontro di fine anno, con la direttrice Falco si sono pubblicamente congratulati l’attuale direttore di Cia Torino, Elena Massarenti, il direttore regionale Giovanni Cardone, insieme allo stesso presidente provinciale Roberto Barbero e al presidente regionale Gabriele Carenini.

Il Patronato Inac di Torino opera in via Onorato Vigliani 123 (sede centrale) e via Arcivescovado 9 a Torino, e a Chieri, Pinerolo, Torre Pellice, Grugliasco e Caluso.

Si occupa di assistenza gratuita al cittadino, in materia di pensioni, invalidità civili, disoccupazione, immigrazione e tutela del lavoro.

 

(Nella foto: Monica Falco e Francesco Amatuzzo)