Saranno un centinaio i delegati di tutto il mondo ospitati quest’anno dalle aziende agricole della Confederazione italiana agricoltori di Torino, in occasione della dodicesima edizione di Terra Madre – Salone del Gusto, il più grande evento internazionale dedicato al cibo, organizzato da Slow Food, Città di Torino e Regione Piemonte e in programma al Lingotto di Torino dal 20 al 24 settembre.

In particolare, si tratta di agricoltori, cuochi, docenti e operatori del settore agroalimentare provenienti da Spagna, Iran, Turchia, Argentina, Danimarca, Cambogia, Laos e Paesi Balcanici.

«Gli agricoltori della nostra organizzazione – spiega il vicepresidente di Cia Torino, Pierangelo Cena -, li accoglieranno con la formula dell’ospitalità diretta in famiglia. Una modalità già collaudata e che ha sempre offerto interessanti occasioni di reciproco scambio di esperienze e di arricchimento culturale per tutti. E’ un contributo all’evento che offriamo volentieri, consapevoli anche noi che attraverso il cibo si può cambiare il mondo e renderlo più giusto e sostenibile».

Gli ospiti di Cia Torino arriveranno in provincia già mercoledì 19 settembre e lasceranno le sistemazioni martedì 25 settembre. Pernotteranno e riceveranno la colazione nelle singole aziende agricole di assegnazione, dopo di che verranno accompagnati nella sede della manifestazione, con rientro in serata per la cena, sempre in famiglia. In diversi Comuni sede delle aziende ospitanti, sono state organizzate iniziative di incontro e accoglienza dedicate alle varie delegazioni straniere.