La VII Assemblea Elettiva Provinciale della Cia - Agricoltori Italiani di Torino, riunita venerdì 15 dicembre presso l'hotel Holiday Inn ha confermato nella carica di presidente per il quadriennio 2018-2021 Roberto Barbero.

I 60 delegati nominati in rappresentanza delle Zone Cia hanno inoltre indicato i componenti della Direzione provinciale e i delegati torinesi che prenderanno parte alla prossima Assemblea Elettiva Regionale. 

La Giunta che affiancherà Barbero fino al 2021 sarà invece composta da Pierangelo Cena (vicepresidente), Roberto Buratto, Davide Rosso e Luigi Grandi. L'Assemblea elettiva si inserisce nel percorso congressuale che condurrà, a febbraio, alla VII Assemblea Nazionale "Agricoltura, innovare per un futuro sostenibile" e giunge al termine di un 2017 che ha visto la Cia celebrare i 40 anni di attività. 

«L’agricoltura italiana vive un momento di importanti cambiamenti – ha dichiarato Roberto Barbero – per rispondere ai nuovi bisogni globali e alle bizzarrie di un clima sempre più imprevedibile. In questo contesto credo sia importante orientare gli investimenti pubblici verso il sostegno ai giovani e all’innovazione, la difesa di chi opera con difficoltà in aree svantaggiate e il recupero delle terre abbandonate anche attraverso operazioni di filiera. L’istituzione di marchi di origine per dare valore e riconoscibilità alle nostre produzioni è un passo importante ma occorre investire più energie nella gestione e nella programmazione di azioni di sistema per il territorio, fermando il consumo di suolo, la proliferazione di selvatici nocivi e concretizzando un progetto per assicurare anche in futuro l’approvvigionamento idrico necessario

All'Assemblea provinciale sono intervenuti anche la sindaca di Torino e della Città Metropolitana Chiara Appendino e i consiglieri regionali Daniela Ruffino, Elvio Rostagno, Alfredo Monaco e Gianluca Vignale.