Tanta gente e allegria per le strade di Carmagnola nel primo weekend di “Peperò”, la 68° Fiera del Peperone di Carmagnola, in programma dall’1al 10 settembre che per il primo anno ha visto anche la partecipazione della Cia – Agricoltori Italiani come partner organizzativo.

La Fiera è partita ufficialmente venerdì sera con l’inaugurazione alla presenza del viceministro dell’Agricoltura Andrea Olivero e con la partecipazione, per la Cia, del presidente provinciale Roberto Barbero, del vicepresidente vicario Pierangelo Cena e del direttore provinciale Francesco Amatuzzo ma è domenica che è entrata nel vivo, con l’apertura del Mercato della Solidarietà presso il salone della Chiesa di San Filippo, dove sono state collocate le aziende agricole de La Spesa in Campagna provenienti dalle zone colpite dal terremoto di Umbria e Marche.

A dare il via a questa bella iniziativa benefica è stato l’assessore regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero, insieme al sindaco di Carmagnola Ivana Gaveglio. Per la Cia – Agricoltori Italiani ha portato il saluto il vicepresidente regionale Gabriele Carenini che ha detto: "Il primo abbraccio lo voglio dare ai nostri amici di Amatrice e Norcia, ai quali chiedo di restare sul loro territorio per fare agricoltura di eccellenza che può essere il motore per ricostruire questa terra martoriata. A nome di Cia di Torino e Piemonte li ringrazio per la partecipazione. Come orticoltore sono onorato di essere qui oggi perché il peperone di Carmagnola è un'eccellenza del nostro territorio e dell'agricoltura piemontese. Dobbiamo continuare a collaborare tutti perché sempre più giovani continuino a fare agricoltura di eccellenza scommettendo su prodotti come questo".

La festa è poi proseguita nel pomeriggio, alle 17.00 con la premiazione del Concorso del Peperone per gli esemplari più pesanti dei quattro ecotipi locali (quadrato, lungo o corno di bue, trottola e tumaticot). A seguire si è svolta l’asta benefica.

Per tutta la giornata i banchi de La Spesa in Campagna hanno proposto golose leccornie e prodotti a filiera corta degli agricoltori piemontesi lungo via Valobra/Zona San Rocco. Un appuntamento che si rinnoverà anche domenica 10 settembre, dalle ore 10.00.