Per la prima volta la Cia - Agricoltori Italiani di Torino sarà partner di Peperò, la tradizionale Sagra del Peperone di Carmagnola che quest'anno giunge alla 68° edizione e diventa Fiera Nazionale, la più grande in Italia dedicata a un prodotto agricolo. 

Questa edizione storica della manifestazione verrà celebrata da Cia con una serie di iniziative che avranno come protagonisti i prodotti agricoli del territorio piemontese e non solo. All'interno del Salone della Chiesa di San Filippo saranno infatti ospitate cinque aziende agricole provenienti dal Centro Italia colpito dai terremoti tra la fine dello scorso anno e i primi mesi del 2017. 

I produttori umbri e marchigiani avranno la possibilità di proporre al pubblico i prodotti tipici delle loro regioni senza pagare quote di partecipazione e trattenendo tutti i proventi per destinarli alla ricostruzione delle proprie aziende distrutte o danneggiate dal sisma. Per tutta la durata della manifestazione, dal 1 al 10 settembre, i produttori saranno ospitati dai colleghi torinesi e in particolare carmagnolesi che apriranno le porte delle proprie aziende e agriturismi secondo il modello già adottato con successo l'anno scorso per l'accoglienza dei delegati di Terra Madre Salone del Gusto. 

Dall'Umbria arriveranno tre aziende agricole: da Norcia quella di Nunzio Dell'Orso che produce lenticchie, cicerchie, farro, ceci biologici, salumi e insaccati e quella di Maurizio Brandimarte che proporrà formaggi, ricotte, pecorini, lenticchie e roveja, da Castel San Felice arriverà invece "Zafferano e Dintorni" con la pregiatissima spezia. Altre due aziende arriveranno invece dalle Marche: l'azienda di Settimio Carboni porterà da Ascoli Piceno le proprie confetture di more, lamponi, uva e "La Conca d'Oro" di Appignano del Tronto (AP) l'olio di oliva biologico. 

Accanto ai prodotti del Centro Italia ci sarà spazio anche per quelli a chilometro zero della filiera piemontese. Nelle due domeniche 3 e 10 settembre infatti saranno protagonisti i produttori aderenti a "La Spesa in Campagna", il mercato di vendita diretta dal produttore al consumatore degli agricoltori aderenti alla Cia torinese. 

<Siamo onorati di prendere parte a “Peperò” in qualità di partner e siamo molto contenti questo avvenga proprio nell’edizione che celebra l’evoluzione da sagra a Fiera Nazionale - dichiara Pierangelo Cena, vicepresidente provinciale vicario -  La Cia di Torino è da sempre in prima linea nella tutela e nella valorizzazione del mondo agricolo e dei prodotti agroalimentari di qualità e il peperone di Carmagnola è sicuramente un ottimo esempio dell’eccellenza che la nostra agricoltura è in grado di produrre. A questa manifestazione, che dovrà essere una festa per tutti, abbiamo voluto invitare i nostri amici agricoltori del Centro Italia, colpiti duramente dai ripetuti eventi sismici dell’ultimo anno. E’ un modo per sostenerli aiutando direttamente l’agricoltura a ricostruire una terra meravigliosa e per far conoscere al pubblico della Fiera di Carmagnola i prodotti di eccellenza di questi territori cosicché i consumatori possano, anche nel lungo periodo, sceglierli e dare il proprio contributo alla ricostruzione>.