Il terremoto che ha devastato il centro Italia il 24 agosto scorso ha distrutto i paesi di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto e non ha risparmiato nemmeno molte aziende agricole dell'area. Ecco perché la Cia di Torino, già all'indomani della catastrofe, ha pensato di unirsi alla gara di solidarietà scatenatasi tra gli italiani e ha deciso di tendere la mano a un collega e a un territorio martoriato. 

E' nata così la raccolta di fondi tra gli agricoltori del torinese che ha consentito di acquistare, trasportare e installare una casa mobile che è stata donata a Fabrizio Di Marco e alla sua famiglia, che nella frazione Sommati di Amatrice, allevano 60 capi di razza frisona e che hanno subito pesanti danni dal sisma. 

La casa mobile è stata consegnata venerdì 14 ottobre da una delegazione della Cia di Torino composta dal presidente Roberto Barbero, dal vicepresidente Pierangelo Cena, dal direttore Franco Amatuzzo e dalla vicedirettrice Giovanna Cibelli.