Roberto Barbero: "Ecco le tre principali ragioni per cui Cia Torino è favorevole alla Tav"

Cia Agricoltori italiani di Torino considera il progetto Tav non come un semplice collegamento veloce tra Torino e Lione, ma come l’accesso alla metropolitana europea che collega l’Est con l’Ovest e il Nord con il Sud del continente.

Sul piano agricolo, l’opera ha un impatto ambientale bassissimo, tenendo conto che viene compromessa una quota irrisoria di terreno fertile, senza considerare che bucare la montagna non comporta apprezzabili rischi idrogeologici.

Leggi tutto...

Cia Agricoltori italiani presenta alla sindaca di Torino, Chiara Appendino, un piano di manutenzione del territorio

La proposta di un progetto di manutenzione infrastrutturale del territorio è stata consegnata oggi pomeriggio alla sindaca di Torino, Chiara Appendino, da una delegazione della Cia Agricoltori italiani, rappresentata dal presidente regionale Gabriele Carenini, dal presidente provinciale di Torino, Roberto Barbero, e dal vicepresidente provinciale, Pierangelo Cena.

 

Leggi tutto...

Novembre non è più il mese dei crisantemi, anche a Torino i fiori recisi cedono il passo al vivaismo

Novembre non è più tempo di crisantemi, almeno per gli agricoltori italiani. L’andamento del fiore più tipico per la ricorrenza dei Santi e dei Defunti, sconta tutti gli anni una diminuzione di circa il 10 per cento della produzione. Quest’anno, in particolare, si registrano  fioriture in ritardo per l’andamento climatico sfavorevole (troppa luce) ed ha avuto un buon prodotto solo chi ha ombreggiato con teli e soprattutto chi lo ha fatto per tempo.

Leggi tutto...