Sul sito dell’Agea è stata pubblicata il 15 giugno scorso la circolare n. ACIU.2015.294, ad integrazione di una precedente comunicazione, sugli importi unitari della campagna assicurativa 2014 dei premi connessi alle misure di sostegno specifico per il miglioramento della qualità dei prodotti agricoli.

Secondo quanto riportato dal  documento, l’importo complessivo della spesa ammessa a contributo è stata certificata in € 336.815.885,69, mentre il fabbisogno erogabile corrisponde a € 218.930.325,70, poiché il regime di aiuto prevede una percentuale massima di contributo del 65%.
Nella stessa comunicazione Agea tuttavia annuncia che le risorse attualmente disponibili si limitano a € 93.333.333,33, pari a circa il 27% del fabbisogno, e che in assenza di fondi nazionali aggiuntivi, non consentono il pagamento integrale dell’aiuto fino alla misura massima del 65% della spesa ammessa a contributo.
«Quando abbiamo ricevuto questa comunicazione – spiega Roberto Barbero, della Cia di Torino – abbiamo immediatamente attivato i nostri uffici per andare a fondo della questione. Siamo francamente esterefatti che l’Agea dica semplicemente agli agricoltori che non ci sono soldi in cassa. I soldi vanno trovati, e prenderemo in esame tutte le iniziative necessarie perché Agea arrivi ad onorare i pagamenti dovuti e ammessi a contributo ».

Per saperne di più
Leggi la circolare sul sito di Agea