La Giunta regionale del Piemonte ha deliberato la concessione, anche per il 2015, dell’indennità compensativa alle imprese agricole operanti in montagna.. Si attende di conoscere le indicazioni relative alle modalità per la presentazione delle domande.  Per quanto riguarda le regole, dovrebbero valere le stesse del precedente PSR.

Gli agricoltori che operano in montagna forniscono molteplici servizi per la comunità, come il mantenimento di un paesaggio aperto e fruibile, la conservazione della biodiversità, la protezione delle risorse naturali, il mantenimento di un livello minimo di popolazione, la salvaguardia delle infrastrutture e la conservazione della cultura e delle tradizioni, ma la struttura del settore agricolo in montagna è caratterizzata da aziende alle quali mancano le condizioni strutturali atte a garantire redditi equi.

L’indennità compensativa è un aiuto non risolutivo, ma certamente utile per indennizzare gli agricoltori dei maggiori costi produttivi causati dagli svantaggi materiali che ostacolano la produzione agricola in montagna.