Molti lavoratori agricoli e florovivaisti forse non sanno del Fondo di Assistenza Sanitaria per i Lavoratori Agricoli e Florovivaisti, Fisa, previsto dall’art. 65 del CCNL per gli operai agricoli stipulato il 25 maggio 2010 tra la Confederazione della Agricoltura Italiana, la Confederazione nazionale Coltivatori Diretti, la Confederazione Italiana Agricoltori, la Flai-Cgil, la Fai-Cisl e la Uila-Uil, e costituito il 18 maggio 2011.

ASSICURAZIONE INTEGRATIVA

Il Fondo, che ha sede a Roma in via Flavia 3, ha lo scopo di assicurare agli operai agricoli e florovivaisti ed ai loro familiari un sistema mutualistico integrativo del Servizio Sanitario Nazionale, nonché forme di tutela infortunistica ed assistenziale volte a garantire una adeguata tutela negli stati di bisogno dei propri assistiti.

QUALI PRESTAZIONI

Tale assicurazione è operante in caso di malattia e in caso di infortunio per le spese sostenute dall'iscritto relative alle seguenti prestazioni: ricovero in istituto di cura con e senza intervento chirurgico; indennità per parto non cesareo; day – hospital chirurgico; day hospital medico e prestazioni terapeutiche ambulatoriali in entrambi i casi esclusivamente per cure oncologiche e per dialisi; alta specializzazione (garanzia operante per il solo iscritto); esami del sangue (garanzia operante per il solo iscritto); trattamenti fisioterapici riabilitativi conseguenti a infortunio e a specifiche patologie (garanzie operante per il solo iscritto); fisioterapia e riabilitazione in regime di ospedalizzazione domiciliare; protesi ortopediche e acustiche; cure dentarie da infortunio; garanzia per stati di non autosufficienza (garanzia operante per il solo iscritto); garanzia infortuni lavorativi (garanzia operante per il solo iscritto).

ESTENSIONE AI FAMILIARI

Per far sì che anche i componenti del nucleo familiare dell'iscritto, intesto come il coniuge ed i figli fino a 26 anni di età, possano accedere alle prestazioni occorre compilare l'apposito modulo, l'autocertificazione attestante la composizione del nucleo familiare che andrà inviata al Fondo tramite fax o email allegando copia di un documento d'identità in corso di validità del dichiarante.

L'iscritto deve inviare, tramite posta, copia originale del modulo per la richiesta di rimborso, compilato in ogni sua parte, fotocopie delle fatture delle spese sostenute allegando la prescrizione medica contenente il quesito diagnostico o la patologia che ha reso necessaria la prestazione stessa.

RICHIESTA RIMBORSI

La spedizione della documentazione deve avvenire entro 2 anni dalla dimissione ospedaliera e/o dall'emissione della ricevuta di pagamento. A tal proposito farà fede la data di spedizione della richiesta di rimborso.

Per ulteriori chiarimenti e per un approfondimento delle prestazioni assistenziali riconosciute dal predetto fondo, si consiglia di rivolgersi agli uffici della Cia Agricoltori italiani, oltre che di leggere  l'opuscolo sul sito ufficiale del Fondo, www.fondofisa.it