La Giunta della Regione Piemonte ha varato, su proposta dell'assessore all'Agricoltura Giorgio Ferrero, i criteri per i bandi di finanziamento relativi alla costruzione di nuovi pozzi irrigui e ha stanziato risorse per 2,256 milioni di euro.

Questi fondi potranno essere utilizzati per realizzare nuovi pozzi che andranno a sostituire le strutture aziendali ormai obsolete - che potenzialmente miscelano le falde superficiali con quelle profonde - ed è prevista inoltre la possibilità che più utenze singole possano essere accorpate in forme di utilizzo consortile. 

I nuovi pozzi serviranno a tutelare e preservare le falde acquifere più profonde che devono essere garantite per l'utilizzo idropotabile. Grazie all'utilizzo in forma consortile sarà possibile ridurre il numero di pozzi, aumentando l'efficienza dell'uso delle acque. 

Il provvedimento consentirà così di migliorare la gestione delle acque irrigue, un bene indispensabile e fondamentale per l'agricoltura.