Con la determinazione 753 del 12 settembre, la Regione Piemonte ha autorizzato per la provincia di Alessandria, parte dell’astigiano e la zona sud-ovest del Torinese l’assegnazione supplementare di carburante a prezzo agevolato per operazioni irrigue supplementari, resesi necessarie per il perdurare del fenomeno di siccità. La decisione segue le numerose sollecitazioni arrivate dal  territorio tra cui quelle inviate dalla Cia di Torino già ai primi di agosto.

L’individuazione delle aree oggetto d’intervento nel Torinese è avvenuta su relazione della sezione metereologica del Settore Fitosanitario regionale, che ha analizzato l’andamento pluviometrico  rispetto agli anni precedenti.

Per la zona del Torinese, è autorizzata l’assegnazione supplementare di carburante ammesso ad agevolazione fiscale fino al 70%. I comuni che ne potranno beneficiare sono: Lusernetta, Luserna San Giovanni, Bibiana, Campiglione F.le, Bricherasio, San Secondo di Pinerolo, Prarostino, Porte, Villar Perosa, S. Pietro V.L., Cantalupa, Frossasco, Roletto, Pinerolo, Osasco, Garzigliana, Buriasco, Macello, Cavour, Villafranca Piemonte, Vigone, Cercenasco, Scalenghe, Airasca, Piscina, Cumiana, Piossasco, Bruino, Rivalta, Grugliasco, Beinasco, Orbassano, Volvera, None, Candiolo, Piobesi Torinese, Castagnole Piemonte, Virle Piemonte, Osasio, Pancalieri, Lombriasco, Carmagnola, Carignano, Villastellone, Vinovo, La Loggia, Nichelino, Moncalieri, Trofarello Cambiano, Santena e territori prossimi all’area indicata dei comuni di Poirino e Pralormo.

Le colture  ammesse per interventi di soccorso irriguo sono: mais seminativo irrigabile, soia, prato avvicendato e permanente irrigabile, erbaio, patata e barbabietola da zucchero, fagiolino, spinacio e cipolla ortive da pieno campo, peperone, cavolfiore, lattuga e insalata, cocomero e melone, tabacco e pomodoro, fragola, piccoli frutti, castagno, frutteto.