Nell’ambito del proprio Piano di contenimento del cinghiale, la Città Metropolitana di Torino organizza a maggio un corso pilota di formazione per operatori abilitati al controllo sul territorio.

CHI PUO’ ACCEDERE

Potranno accedere al corso i proprietari e conduttori di fondi in possesso di abilitazione venatoria; gli imprenditori non agricoli conduttori di fondi e gli imprenditori agricoli iscritti alla CCIAA di Torino e i loro coadiuvanti (imprenditori agricoli non in possesso di porto d’armi uso caccia qualora autorizzati dalla Città Metropolitana  e previa partecipazione ad apposito corso relativo alla gestione degli strumenti di cattura con programmi didattici che assicurino l’acquisizione delle competenze tecniche e biologiche necessarie per un’efficiente attuazione degli interventi; in caso di cattura tali gestori potranno avvalersi per l’abbattimento di un proprietario o conduttore in possesso di porto d’armi uso caccia e in possesso della relativa abilitazione al controllo selettivo che procederà alla soppressione dell’animale in gabbia con arma adeguata).

CALENDARIO DEL CORSO

Il corso avrà una durata di 15 ore e verrà realizzato  indicativamente nel mese di maggio in 5/6 serate, presso la Facoltà di Veterinaria di Grugliasco.

MATERIE DI STUDIO

Le materie del corso sono: legislazione sul controllo faunistico e sulla figura dell’incaricato di pubblico servizio (docenza a cura di Città Metropolitana di Torino); biologia del cinghiale (a cura di un naturalista/veterinario/faunista); caratteristiche del Piano di contenimento in vigore in Città Metropolitana di Torino e con particolare riguardo alle tecniche di contenimento permesse (a cura di Città Metropolitana di Torino); balistica e sicurezza del tiro anche notturna (a cura di un perito balistico); sicurezza alimentare connessa all’uso delle carni di selvaggina, trattamento delle carni, zoonosi e obblighi relativi alla diagnosi della peste suina africana (a cura di un veterinario).

PROVA FINALE

La prova finale consiste nella somministrazione di un questionario a risposte chiuse (a cura di commissione esaminatrice nominata da Città Metropolitana di Torino), con rilascio di attestato.

I soggetti che supereranno la prova teorica e che vorranno essere abilitati anche al tiro notturno, saranno invitati ad effettuare una successiva uscita in orario serale.

Chi vorrà essere abilitato allo sparo (sia solo diurno che anche notturno) dovrà accedere a una successiva prova di tiro.

ISCRIZIONI

Gli imprenditori agricoli interessati a partecipare, potranno contattare gli Uffici di zona di Cia Torino per la predisposizione dei  seguenti documenti: dichiarazioni sostitutive di atto notorio (che risultino proprietari o conduttori di fondi; in caso di conduttori di fondo il contratto deve essere regolarmente registrato), oppure copia di visura camerale di iscrizione alla CCIAA, oppure copia del fascicolo aziendale, più copia della carta di identità.

Sarà quindi cura di Cia Torino far pervenire a Città Metropolitana tali documenti.

ESAURIMENTO POSTI

Al momento, Città Metropolitana di Torino non ha ancora comunicato i posti disponibili per il corso, pertanto si procederà alla raccolta delle manifestazioni di interesse a all’invio dei documenti in ordine cronologico fino ad esaurimento posti.